cammozzo.com

Relazioni e articoli

Semiotica

  • [PDF] "La memoria del mondo di Italo Calvino e la terza rivoluzione industriale: siamo vivi o informazione?" Una analisi del racconto "La Memoria del Mondo" di Italo Calvino. Un'occasione per una critica della modellizzazione delle relazioni personali attraverso i dati e semplificazione dell'uomo operata dalla società dell'informazione. Janus 14, 2016
  • [PDF] "Airports as an encoding/decoding device: a semiotic analysis of a designed space" per STS 2014
    Gli aeroporti sono disegnati per massimizzare alcuni comportamenti dei  passeggeri: code disciplinate alle barriere di sicurezza ma anche  "impulse purchasing" da "captive customers" nelle aree commerciali. Ad una analisi semiotica questo può essere osservato ad un livello sintattico, semantico e pragmatico. Seguendo questo fili, possono essere visti come un dispositivo sperimentale nel quale le condotte vengono codificate e decodificate all'intersezione tra una norma di disciplina e una norma di regolazione che si fa carico sia della regolazione della popolazione foucaultiana, che la disciplina di corpi.
  • [PDF] "Il ruolo non distruttivo del rumore nella comunicazione" . Dalla Stochastic Resonance alla capacità di un soggetto di estrarre, per errore o intenzione, dei segnali da puro rumore, fino alla divinazione. Una riflessione sul ruolo del prevalente codice nella decodifica dei segnali, e sulla caratteristica descrittiva, prescrittiva e predittiva del codice. Janus 11/12, 2013
  • Né rizoma, né albero: metafore autopoietiche nella rappresentazione della conoscenza. Su Janus 10. 
  • [PDF] Zeus, Lelapo e la volpe Teumessia o del potere di pietrificare il segno, in Galassi, Zorzella (a cura di), Semiotica Glossematica, Strutturalismo e dintorni, Janus. Quaderni del Circolo Glossematico, n. 8/9, p. 9-26, Treviso, ZeL edizioni, 2010. Una caccia semiotica sul potere di alterare i codici attraverso i quali avviene il processo di significazione e che consentono la closure dei segni. Da Saussure a Barthes e Rossi-Landi, dalla naturalizzazione dei codici linguistici allo state-building, con esempi di simulacri.

Innovation, Organizational silence e Comunità di pratica

  • [PDF] Rapporto Padova Smart -- marzo 2014 Assieme a Francesca Gambarotto.
    Relazione sulla realizzazione del progetto Padova Smart (collaborazione Comune di Padova, Camera di Commercio e Università) e del relativo portale. Il progetto smart city si articola secondo quattro diverse prospettive: territoriale (i progetti sul territorio), comunitaria (le comunità che li gestiscono), cognitiva (come queste interagiscono tra loro), regolativa (con che regole lo fanno). Questo in vista di leggere e organizzare il tessuto socio-economico della comunità metropolitana secondo una nuova connettività cognitiva capace di generare senso organico e collaborazione.
  • A dream out of Silence. Articolo scritto assieme a F.Gambarotto e pubblicato su Innovation: Management, Policy and Practice in un numero monografico (Agosto 2010) sull'innovazione nella Pubblica Amministrazione. Indagine e analisi del silenzio organizzativo in un contesto composito di relazioni organizzative sia gerarchiche che paritarie (comunità di pratica).

  • Sono coautore del capitolo La coalescenza della conoscenza ovvero l'auto-organizzazione come soluzione possibile di fronte ad una scarsità organizzativa. L'esperienza dei gruppi Dreams tra gerarchia e peer-production, nel libro La condivisione informatica nell'Università, a cura di F.Gambarotto, CLEUP, Padova, 2009 (ISBN 978-88-6129-377-9). Il libro è distribuito con licenza Creative Commons, ed è scaricabile qui: [PDF]. L'articolo è un tentativo di descrizione e sintesi dell'esperienza Dreams: dalle comunità di pratica ai workgroup. Un caso singolare di innovazione nella pubblica amministrazione italiana.

Information Technology, free software, società:

  • [PDF] Do we need an open face recognition search engine? 
    Proceedings of the II ETHICOMP Latinoamérica Congerence, Argentina, October 2013
    The wide application of face recognition technology may expose us to unforeseen situations. Our ability to cope with this technological innovation may have important consequences for human rights and citizens privacy. One of the most bothering issues is information asymmetry being introduced not only in the web, but also in real life situations. Some imaginary situations are listed, along with the technical and normative means to restore information symmetry. One of the possible solutions being the creation of an openly accessible face recognition search engine. 
  • [PDF] Face Recognition and Privacy enhancing techniques.  In The Social Impact of Social Computing, edited by Andy Bissett, Terry Ward Bynum, Ann Light, Angela Lauener, and Simon Rogerson, pp.101--109, Sheffield University, 2011.
    Quali tecnologie sono usate sotto il nome di face recognition?E' possibile costruire una tassonomia del loro uso nei social networks? Quali opportunità e problemi pongono sul profilo della privacy? Quali sono le tecnologie messe a punto per affrontarli, e quali le tecniche inventate dagli utenti per contrastarli?
  • Sono disponibili le slides presentate a Ethicomp 2011 (Sheffield Hallam Uni, 14-16 sept)
  • [PDF]  Airport Guantanamo. Il rapporto tra tecnologia e politiche si fa sempre più critico. Le decisioni in merito a procedure di sicurezza negli aeroporti e ai "body scanners"  riaprono il trade-off sicurezza/privacy in modo assai concreto. In questo articolo tento una analisi del problema all'interno del suo contesto storico-politico e secondo la teoria foucaultiana del potere come relazione.
  • [PDF] Buliding Enabling Environments, Open Source among open systems presentato al Workshop Free/Libre Open Source software, Padova, 2/3 Luglio 2009. Un tentativo di cogliere una "big picture" del software free/open come ambiente più che come prodotto o servizio. Rielaborazione di una ricerca precedente in base alla teoria sistemica.
  • [PDF] Perroux:l'identità nello sviluppo Una rilettura di Une philosophie du nouveau developpement, in cui la ricerca di uno sviluppo centrato sull'uomo viene messa in rapporto con teorie più recenti della regolazione (Lessig), dell'autorità (Raz), e dell'identità (Swann)
  • [PDF] Un progetto per un museo di storia dell'informatica a Padova. Presentato in occasione del terzo convegno sull'uso didattico dell'informatica storica USID08 - Padova, Giugno 2008
  • [PDF] Libertà di forma Guardando al territorio come a un sistema, l'ambiente esterno ad esso è stimolo di cambiamento: sia per la pressione di eventi esterni, sia come fattore abilitante per l'innovazione. Quale ruolo per le istituzioni locali? Cosa occore cambiare? Due spunti: in primo luogo un modello di autorità che concili le metodologie partecipative con le esigenze di coordinamento: la service conception (Raz) dell'autorità può aiutarci a declinare meglio il principio di sussidiarietà. In secondo luogo la libertà di forma istituzionale: l'esperienza delle comunità di pratica tecnologiche offrono degli spunti metodologici e di analisi. Febbraio 2008
  • [PDF] Ragioni, Vincoli e Norme Dai sistemi giuridici di regole ai sistemi programmati di vincoli La sostituzione di norme giuridiche con vincoli tecnologici non é neutrale rispetto agli effetti: il controllo si sostituisce alle ragioni. La regolazione sociale tramite software è sempre più in uso, ma comporta alcune conseguenze che è opportuno considerare. Dicembre 2007
  • [PDF] Enabling Environments: Internet, Web, GNU/Linux, Debian
    Ruolo della conoscenza e della sua stratificazione esplicita nel free software. Analisi di alcuni vantaggi competititivi attorno ad alcuni aspetti chiave, con riferimento a corporate philantropy (Porter) e a Open Innovation (Chesbrough). Giugno-ottobre 2006.
    Enabling Environments - English version - draft version  for OSSEMP 2007 Workshop in the OSS2007 Conference.
  • [PDF] L'Archivio nell'era della sua riproducibilità tecnica
    Alcune riflessioni in campo archivistico, in particolare su aspetti problematici di firma digitale e custodia ininterrotta negli archivi digitali.
  • [PDF] Amministrazione digitale: vecchie risorse per nuove tecnologie
    Riflessione sul Riuso e il free software nel contesto del Codice per la PA digitale, con considerazioni sulla spesa in software. Pubblicato in Flavia Marzano (ed.), ESperienze nella Pubblica amministrazionE, Ricerca, Tecnologie, Applicazioni (ESPERTA) Presentato al Workshop ESPERTA all'interno della Seconda Conferenza Internazionale sui Sistemi Open Source (OSS) Como, Italia, 8 Giugno, 2006.
  • [PDF] Il cellulare come cybersenso
    Riflessioni sul rapporto tra corpo, spazio e comunicazione.
  • [PDF] Indice analitico della Costituzione italiana effettuato con gli strumenti dell'informatica libera. Pubblicato in PLUTO Journal n.47. Questo sito [HTML]  documenta quanto scritto nell'articolo.
  • [PDF] Spesa in software della PA italiana nel 2004
    Dati ricavati dalla relazione CNIPA. L'articolo Amministrazione digitale: vecchie risorse per nuove tecnologie riprende e organizza meglio i dati.
  • [PDF] Due punti oscuri della 155/05
    Osservazioni su chi sia soggetto alla legge 155/05, in particolare all'interno delle Università, e sulla tenuta delle registrazioni.
  • [PDF] "Pirateria" e naufragio dei media
    Riflessioni sulla crisi dei media in conseguenza dell'avvento del digitale, dovuto all'evaporazione del supporto come vettore di "contenuti", e al prevalere di Internet come mezzo di distribuzione. Giugno 2005. Pubblicato su Il secolo della rete.
  • [PDF] Storia del progetto ReFUN.
    Pubblicata sul PLUTO Journal, numero 42, settembre 2004
  • [PDF] Free software e Retrocomputing
    Breve presentazione dell'attività svolta dal gruppo ReFUN del PLUTO Padova in occasione del Linux Day, novembre 2002.

Sicurezza:

Didattica:

Sistemi: